Logo
Home Events Guestbook Forum Contacts Console  
  Articoli    The Time is Near... Inizializing Count
             
 
Mailing List
Iscriviti qui:
Chat
La chat è stata riabilitata. E' disponibile la versione beta. Per Effettuare Login Nuova Chat

Visitatori
Visitatori Correnti : 6
Membri : 0
 

......................................................................................................................................................................................................

Le Antiche Origini di Halloween
Inserito il 19 ottobre 2010 alle 18:11:48 da faust.

Le Antiche Origini di Halloween

Halloween
è uno tra i più antichi riti di celebrazione, risale alla notte dei tempi. La parola Halloween ha origine nella tradizione cattolica. Ogni santo ha un suo giorno personale, ma il primo novembre è dedicato a tutti i santi. Ogni Santi in inglese All Saints’Day aveva una denominazione più antica: All Hallows’Day, saint e hallow hanno lo stesso significato, ma derivano rispettivamente da sanctification (santificazione) e da holiness (santità) il primo dalla lingua teutone il secondo dal latino. Presso i popoli antichi il giorno cominciava dal tramonto, per questo ancora oggi si da molta importanza alla vigilia. Quindi la celebrazione di Ogni Santi aveva origine al tramonto del 31 ottobre.
La sera precedente al 1° Novembre era dunque All Hallows’ Eve (Eve significa vigilia), ma anche All Hallows’Even (Even significa sera) che venne abbreviato in Hallows’Even, poi in Hallow-e’en
ed infine in Halloween.
Tuttavia Halloween ha origini ancora più antiche: gli antichi Celti iniziavano il loro Anno Nuovo il 1° Novembre, celebravano ogni anno la fine della "stagione calda" e l’inizio della "stagione di Tenebra e Freddo".
Questa ricorrenza era la più importante celebrazione: la notte tra il 31 ottobre e il 1° Novembre Oìche Shamhna era il momento più solenne di tutto l’anno druidico.

La concezione del tempo per i Celti era circolare, ciclica e non lineare come per i Cristiani: la fine di ogni ciclo era considerato magico: il punto in cui il mare incontra la costa (shore), la fine di un giorno, la fine di un anno. In particolare il cambiamento stagionale e l’inizio di un nuovo anno erano considerati come un momento di transizione, di Chaos, durante il quale il velo che copriva il mondo diveniva più sottile, si sentiva tangibile la potenza cosmica e si poteva venire in contatto con la magia dell’Universo. Tutte le leggende più importanti in cui si narravano cicli epici, antiche saghe, grandi battaglie e si raccontava di re e eroi, si svolgevano nella notte di Samhain.
Molte di queste leggende trattavano della fertilità della Terra e del superamento dell’oscura stagione invernale.
Quindi si attendeva la metà più buia dell’anno con grande timore e si celebrava con rispetto cosmico e terrore panico l’inizio del regno semestrale del dio delle tenebre Samhain (Samain, Samhuin), la parola si pronuncia sau-in (in inglese sow-in con sow che si pronuncia come cow).
In verità non esistono testimonianze archeologiche o letterarie per poter affermare esattamente se Samhain indicasse solamente un periodo dell’anno o fosse una divinità. A favore della prima ipotesi vi è il fatto che esistevano altre divinità celtiche con un ruolo simile: per esempio per i Britanni il Dio della Morte era Gwynn ap Nudd, per i Gallesi Arawn, gli Irlandesi pare che non avessero tale divinità. Nel proseguo del testo si ritiene Samhain il Dio dei Morti, anche se questo molto probabilmente non rispecchia il vero, bisogna ricordare che un nome è solo un nome, una rosa è sempre una rosa, e che cambiare il nome di questa divinità è irrilevante ai fini di questa trattazione.

Questa ricorenza segnava la fine dei raccolti e l’inizio dell’inverno, i Celti erano un popolo dedito all’agricoltura e alla pastorizia, quindi la fine dell’estate assumeva una rilevanza particolare, la vita cambiava radicalmente: i greggi venivano riportati giù dai verdi pascoli estivi, e le persone si chiudevano nelle loro case per trascorrere al caldo le lunghe e fredde notti invernali, si passava il tempo a raccontare storie e a fare lavori di artigianato.
Infatti Samhain in gaelico suona come sam + fuin e significa appunto " fine dell’estate", ma il suo significato era "assemblea"o "raduno".
I Celti credevano che alla vigilia di ogni nuovo anno (31 Ottobre) Samhain Signore della Morte, Principe delle Tenebre, chiamasse a se tutti gli spiriti dei Morti. Inoltre temevano che la vigilia del 1° Novembre tutte le leggi dello spazio e del tempo fossero sospese e durante questo periodo era permesso al mondo degli spiriti unirsi al mondo dei viventi.
I Celti credevano che i morti risiedessero in una landa di eterna giovinezza e felicità chiamata Tir nan Og., non avevano il concetto di Paradiso e Inferno secondo la concezione cristiana. Inoltre ritenevano che a volte i morti potessero soggiornare assieme al Popolo delle Fate (Fairy Folk) nelle collinette (mounds , in gaelico sidhe che si pronuncia shee, sci) di cui il territorio scozzese ed irlandese è contornato.
Una leggenda riferisce che tutte le persone morte l’anno precedente tornassero sulla terra in cerca di nuovi corpi da possedere per l’anno prossimo venturo.
Così nei villaggi si spegnava ogni focolare per evitare che gli spiriti maligni soggiornassero nel villaggio, il rito consisteva appunto di spegnere il Fuoco Sacro sull’altare e riaccendere il Nuovo Fuoco il mattino seguente, questo simbolizzava l’arrivo del Nuovo Anno.
I Druidi si incontravano sulla cima di una collina in un’oscura foresta di querce, albero considerato sacro) per accendere il Nuovo Fuoco e offrire sacrifici di sementi e animali.
 
  Nil se 'na la - Non è ancora giorno >>

 
Eventi
<
Dicembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
-- -- -- -- -- -- --

Articoli

Le Antiche Origini di Halloween
Le Antiche Origini di Halloween by faust
La Leggenda di Jack O Lantern
La Leggenda di Jack O Lantern by faust
Charlie Brown e il Grande Cocomero
Charlie Brown e il Grande Cocomero by faust
Fata - La Percezione del Nero - Recensione
Fata - La Percezione del Nero - Recensione by Xelah
THE CURE IMPRESSIONI DI FEBBRAIO CONCERTO ROMA 29 FEBBRAIO 2008
THE CURE IMPRESSIONI DI FEBBRAIO CONCERTO ROMA 29 FEBBRAIO 2008 by curewish

Current 93
Current 93
Top - Siti web
The Cure - To wish impossible things (IT)
play for today (IT)
Magico Sentiero (IT)
Plastic Passion (EN)
Safarà - Esoteric BookStore (IT)
dark eden (IT)
embryochrome (EN)
VilleNoire (IT)
GForum (IT)
HispaCure (EN)
Spooky Radio (EN)
La Bottega di Magic (IT)
Iscritti
Utenti: 950
Ultimo iscritto : batsreturs
Lista iscritti
Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:
 
Versione stampabile Versione stampabile

  Copyleft by the-cure.it  Contattami Realizzato con ASP-Nuke 2.0 derivato da ASP-Nuke v1.2
Project by faust and Coldind
 

ShinyStat eXTReMe Tracker